Monthly Archives: ottobre 2011

If i had a gun

Piove. Piove e sei zuppo, per nulla bello da vedere. La tirata in bici poi, con lo zaino e tutto il resto ti ha messo addosso un freddo che prima…

Il signor Merlo / 1

Non si è mai saputo perché, ma nelle città di mare tutti sapevano tutto di tutti, un po’ come se il vento che viene dal mare diffondesse di proposito tutte…

Map – Ahlm

Questo gruppo è sconosciuto. Lo sai anche tu. Però senti che merita, perché in fondo questo disco – Ahlm -, contrariamente ad altri suoi simili, fa passare un messaggio. Map…

Parcheggio selvaggio

Il traffico. Sono pronto a giurare che se chiedi a qualche sconosciuto quale sia il male peggiore delle città ti risponderebbe così. Il traffico. Il traffico è essenzialmente tempo: tempo…

Il tram delle sei

L’acqua. Alla base di tutto c’è l’acqua. Fredda o calda non importa…Forse non l’avevi mai notato ma è dall’acqua che nasce la schiuma: è l’acqua alla base di tutto. Poi…

Don’t look back into the sun

Ad un certo punto questo pezzo dice «it started fast but it ends so slow». Ed è una presa per il culo se lo ascolti fuori contesto, perché la genialità di…

Dove il mare è mare

Dicono che se nasci in una città di mare sarai sempre legato ad esso, ovunque andrai. E avrai sempre il desiderio di affrontare il mare. Un po’ come un’onda. Ogni…

Scappa!

E poi c’è quella volta in cui quasi all’improvviso salimmo in macchina e andammo a Monaco. Non guidavo io all’andata. Ho ammirato il paesaggio alpino per tutto il viaggio riflettendo…

Fare il mondo

Questa morte mi toglie sicurezza. Ho sempre avvertito la presenza di persone come SJ come una di quelle cose per cui vivo: vivo per le uscite di nuovi prodotti tecnologici….

A blind bend

Conviene iniziare da lontano. Scrivere è più forte di me, star senza equivale a perdere il senno. Scrivo, semplice. Non sarò mai un giornalista, non padroneggio nessuna lingua e anzi…