Scappa!

E poi c’è quella volta in cui quasi all’improvviso salimmo in macchina e andammo a Monaco. Non guidavo io all’andata. Ho ammirato il paesaggio alpino per tutto il viaggio riflettendo quasi sempre su cose riguardanti la birra che stavamo andando a bere. Quant’è pura l’aria, come gira bene il ciclo dell’acqua quassù, e così a ruota.

La scusa di giornata era una visita ad un amico. In realtà me ne fregava poco, per quel che ne sapevo eravamo in fuga da noi stessi, dai nostri mini fallimenti e mini successi, stanchi di un’esistenza mini non all’altezza delle nostre ambizioni. E scusate se è poco. Eravamo presi dalla voglia di fare, di partire, di essere già lì…contaminati da quella stramba frenesia che in Germania, evidentemente, si mischia ai brividi del freddo. E una volta arrivati ci siamo dati al cibo e alle bevende teutoniche, così per scappare per ancora di più. Carina la nostra gitarella al di là delle alpi.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

About the author

Leggo, scrivo e svolgo altre interessanti funzioni fisiologiche. Ci sono infiniti modi per farvi i fatti miei su internet, ma blindbend è sicuramente il più facile e completo in circolazione. Scrivo di me, ma soprattutto per me e se poi piace anche a voi sono ancora più contento.