Puoi solo correre

Mi piombo a capofitto nel magico mondo di Blind Bend per cogliere l’occasione di scrivere il 42° post. Perché io sono fissato col numero 42, ecco.

Quando vai a ritirare il pettorale per la maratona ti vengono consegnati anche una sacca di plastica e un adesivo.
Sull’adesivo c’è scritto il tuo numero di pettorale, e lo devi attaccare sulla sacca.
La sacca la consegni all’organizzazione prima della partenza. Dentro ci puoi mettere un po’ quello che vuoi: vestiti di ricambio, un asciugamano, una barretta energetica. Ritroverai la tua sacca all’arrivo.
Il problema è che i camion con le borse partono molto tempo prima della partenza della corsa, pertanto dopo averla consegnata te ne resti per parecchio tempo con solo la tua tenuta da corsa.
In realtà puoi anche tenere altri vestiti (e ne hai bisogno, visto il freddo che fa), ma da quel momento in poi tutto quello che hai con te o te lo porti dietro per 42 km o lo abbandoni lungo la strada.
Devi sapere esattamente ciò di cui avrai bisogno.
Devi riuscire a valutare il clima per capire se ti servirà o no una maglia in più, se ti serviranno i guanti o il cappello, i pantaloncini corti o quelli lunghi.
Questa mi è sempre sembrata una delle difficoltà maggiori. Una volta lasciati gli ultimi vestiti non c’è più niente che ti possa proteggere dalle eventuali intemperie.
Puoi solo correre.

About the author

Il mio progetto di vita, non appena laureato, è di iniziare a correre e non fermarmi più. http://www.twitter.com/vanooger